Dittonghi, trittonghi e iati – Regole grammaticali

Se hai già sentito parlare di dittonghi, trittonghi e iati ma non sai che cosa significano queste parole, allora sei nel posto giusto!

Dittonghi, trittonghi e iati – Regole grammaticali

Quando proviamo a dividere in sillabe, magari per scrivere una poesia o semplicemente per studiare la musicalità della lingua italiana, incontriamo, tra le prime difficoltà, la gestione delle vocali e dei gruppi di vocali. Per capire meglio la sillabazione e la grammatica italiana, bisogna dunque conoscere che cosa sono dittonghi, trittonghi e iati. Vediamolo insieme:

IL DITTONGO

Un dittongo è un insieme di due vocali pronunciate in una unica emissione di voce. Un dittongo genera una sillaba (ed è sempre accompagnato, nella sillabazione, da una consonante).

Nei dittonghi ci sono sempre le vocali I oppure U non accentate.

Esempi:

A + I = AI                                 ZAINO

E + I = EI                                  SEI

O + I = OI                                 POI

A + U = AU                              AULA

E + U = EU                               EURO

I + A = IA                                 PIANURA

I + E = IE                                  PIENO

I + O = IO                                 CHIODO

I + U = IU                                 FIUME

U + I = UI                                 LUI

IL TRITTONGO

Un trittongo è un insieme di tre vocali pronunciate in una unica emissione di voce. Un trittongo genera una sillaba (ed è sempre accompagnato, nella sillabazione, da una consonante).

Nei trittonghi ci sono sempre le vocali I oppure U non accentate.

Esempi:

IU + O = IUO                            AIUOLA

UI + A = UIA                            SEGUIAMO

UI + E = UIE                             INQUIETO

I + A + I = IAI                            INVIAI

I + E + I = IEI                            MIEI

U + A + I = UAI                         CONTINUAI

U + O + I = UOI                        TUOI

LO IATO

Uno iato è un insieme di due vocali pronunciate con due emissioni di voce. Uno iato, nel sistema di sillabazione, genera due sillabe. Siamo in presenza di uno iato, quando:

1) Le vocali A, E, O quando si incontrano tra loro o con I e U accentate

2) Le vocali dei prefissi RI, RE, BI, TRI quando incontrano un’altra vocale

3) Le vocali doppie in finale di parola

Esempi:

A + A = AA                               PORTAACQUA

A + E = AE                                PAESE

A + O = AO                              BRESAOLA

E + A = EA                                LEALE

E + E = EE                                BRONZEE

E + O = EO                               LEONE

O + A = OA                              KOALA

O + E = OE                               POETA

O + O = OO                             ZOOLOGO

A + Ì = AÌ                                 FNA

A + Ù = AÙ                              PRA

E + Ì = EÌ                                  CAFFNA

E + Ù = EÙ                               NNO (significa “nemmeno uno”)

Ì + A = ÌA                                 GEOGRAFÌA

Ì + E = ÌE                                  COMPAGNÌE

Ì + O = ÌO                                SGOCCIOLÌO

Ù + A = ÙA                              PRÙA

Ù + E = ÙE                               DÙE

Ù + O = ÙO                             SÙO

PREFISSO RI + VOCALE           RIANIMARSI

PREFISSO RE + VOCALE          REAGIRE

PREFISSO BI + VOCALE           BIENNIO

PREFISSO TRI + VOCALE         TRIANGOLO

EE A FINE PAROLA                  DEE

II A FINE PAROLA                    INVII

OO A FINE PAROLA                ZOO

Cliccando qui sotto puoi scaricare un comodo riassunto gratuito su questi argomenti (in formato ODT, apribile e modificabile sia con LibreOffice che con altre applicazioni come OpenOffice oppure Microsoft Word).

Il post è finito. Per scrivermi, visita la sezione "contatti". Ti è piaciuta questa pagina? Condividila in due click!

Torna su